aprile 25, 2016

IVA per cassa

IVA per cassa

money-628590_960_720

Già da qualche anno il Legislatore ha messo a disposizione dei contribuenti un particolare regime IVA molto utile se si incassa sempre con molti mesi di ritardo.

Stiamo parlando del regime dell’IVA per cassa, disciplinato dall’art. 32 bis del D.L. 83/2012, un regime che consente di versare l’iva sulle fatture emesse solo nel momento in cui queste vengono effettivamente incassate.

Facciamo un esempio per capire il vantaggio pratico di questo regime. Supponiamo che per una serie di motivi i vostri clienti vi paghino sempre 60, 90 o addirittura 120 giorni dopo l’emissione della fattura.

Ad esempio, voi emettete una fattura dell’importo di € 10.000 più iva in data 1 marzo: se il vostro cliente paga a 90 giorni voi incasserete l’importo della fattura e della relativa iva in data 29 maggio, ma avrete dovuto pagare € 2.200 di iva già in data 16 maggio (per contribuenti trimestrali), pur senza averla ancora incassata.

Con il regime dell’iva per cassa invece l’iva diventa esigibile per lo Stato solo al momento dell’incasso della fattura, e non prima; quindi nell’esempio precedente voi dovrete pagare l’iva in data 20 agosto, insieme alla liquidazione del secondo trimestre (quando avete incassato la fattura).

Questa regola si applica solo alle fatture emesse nei confronti di altri soggetti IVA, e non nei confronti di privati, e l’iva a debito diventa in ogni caso esigibile trascorso un anno dall’emissione della fattura.

Come si aderisce al regime? Per comportamento concludente, dice la Legge.

Cosa vuol dire in pratica? Che occorrerà:

  • riportare sulle fatture emesse la dicitura: “operazione soggetta al regime dell’iva per cassa ai sensi dell’articolo 32-bis del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83”
  • liquidare l’iva attraverso tale metodo
  • esprimere l’opzione nella Dichiarazione IVA Annuale del primo esercizio di applicazione.

Sono ancora in tempo per accedere al regime per l’anno 2017?

No, puoi passare all’IVA per cassa da gennaio 2018.

Quanto mi costa in termini di gestione contabile e assistenza fiscale (per intenderci: i “costi del Commercialista”)?

Qui trovi le nostre tariffe:

Tariffe contabilità semplificata

A queste tariffe, dovrai aggiungere una maggiorazione di Euro 300,00 annui per la gestione dell’iva per cassa. Quindi, se ad esempio hai una ditta individuale in contabilità semplificata e vuoi passare all’iva per cassa, la tariffa per la gestione contabile sarà pari a € 850 + 300 + 4% c.i. + IVA = € 1.196 + IVA (fino a 200 documenti annui).

Per avere maggiori informazioni o per un preventivo gratuito, contattaci compilando il form sottostante:

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi